Qualità dell'aria

Dal 1° novembre in vigore le disposizioni per prevenire il superamento del PM10

 

Dal 1° novembre torna in vigore l'Ordinanza Sindacale n. 474/2016 contenente le disposizione per prevenire il superamento dei limiti delle polveri sottili (PM10).

Questi i provvedimenti adottati, sulla base delle linee-guida regionali ed in accordo con gli altri Comuni dell'Agglomerato di Firenze, vigenti nel periodo più critico per l'inquinamento atmosferico, ovvero dal 1 novembre al 31 marzo di ogni anno:

DIVIETO di accensione di fuochi all'aperto e abbruciamento di sfalci, potature, residui vegetali o altro, nelle aree del territorio comunale poste a quota inferiore a 200 metri s.l.m., come individuate nell'elaborato grafico allegato all'ordinanza;

INVITO al non utilizzo di legna in caminetti aperti, a meno che questi non siano l'unica fonte di riscaldamento dell'abitazione e con l’esclusione delle aree non metanizzate;

INVITO all’adozione di ulteriori comportamenti virtuosi per ridurre le emissioni di materiale particolato, quali:

  • contenere i consumi energetici, evitando inutili sprechi, nella gestione degli impianti di riscaldamento (attraverso una corretta regolazione degli orari di accensione, il controllo della temperatura massima, la corretta gestione degli accessi ai locali pubblici e esercizi commerciali, ecc.);
  • utilizzare il più possibile i mezzi pubblici o mezzi di trasporto non inquinanti negli spostamenti.

A fianco sono consultabili il testo dell'ordinanza n. 474 del 17/11/2016 e la cartografia allegata nella quale è indicata l'area interessata.

Si fa presente inoltre che il 30 agosto 2018 è entrato in vigore il PRQA - Piano Regionale per la Qualità dell'Aria della Toscana - che il Consiglio Regionale ha approvato con propria deliberazione del 18 luglio 2018, n. 72 pubblicata sul BURT del 01 agosto.
Tra le misure previste dal Piano vi è un intervento contingibile e urgente specifico per il settore dell'agricoltura che prevede l'aggiornamento del contratto di servizio, attualmente in corso con il corpo dei carabinieri forestali, per attivare controlli sugli abbruciamenti all'aperto di sfalci e potature nel periodo critico che va dal 1 novembre al 31 marzo.

Per consultare tutte le disposizione vigenti sull'argomento clicca qui