Modalità di richiesta

Per il rilascio dell'autorizzazione di accesso e/o concessione di passo carrabile, l'utente interessato deve presentare domanda in bollo, compilata sull'apposito stampato scaricabile a lato della pagina o disponibile presso l'Ufficio Relazioni con il Pubblico (Urp) negli orari di apertura (cliccare sul link esterno).
Nel caso di cambio di titolarità dell'autorizzazione/concessione, il nuovo intestatario ha 30 giorni di tempo per presentare l'istanza per voltura su apposito stampato disponibile a lato della pagina o presso l'Urp negli orari di apertura (cliccare sul link esterno).
Analoga procedura per l'istanza di revoca.

Entro 30 giorni dall'ottenimento della concessione, il titolare deve presentare la dichiarazione relativa al pagamento agli uffici della ditta concessionaria del servizio di riscossione.

 

Requisiti del richiedente

Le domande possono essere inoltrate dal proprietario o dall'usufruttuario dell'accesso.

Costi

Sono previsti i seguenti costi:

  • 1 marca da bollo (secondo valore vigente), da apporre sulla domanda solo per rilascio di nuovi accessi
  • versamento della tassa di occupazione di spazi e aree pubbliche
  • 1 marca da bollo (secondo valore vigente), da portare al momento del ritiro della concessione e del cartello

 

Tempi

I tempi per il rilascio della concessione sono stabiliti in 60 giorni, salvo ulteriori adempimenti istruttori. Le eventuali richieste di integrazione interrompono i termini per la conclusione del procedimento, che inizieranno nuovamente a decorrere dalla data di presentazione della documentazione richiesta.

Modalità di fruizione

I moduli per la domanda di passo carrabile, revoca o rinuncia e voltura sono a lato della pagina.

Informazioni

Sono considerati accessi le immissioni di una strada privata su una strada a uso pubblico e le immissioni per i veicoli da un'area privata laterale alla strada a uso pubblico.
Tali accessi sono considerati PASSI CARRABILI se costituiti da listoni di pietra o altro materiale o da appositi intervalli o smussi lasciati nei marciapiedi o comunque da una modifica del piano stradale intesa a facilitare l'accesso dei veicoli.
In caso di passo carrabile, la revoca della concessione e la rimozione del cartello di divieto di sosta potranno avvenire solo dopo il ripristino del marciapiede o del manto stradale; con l'atto di revoca, sentito il parere dell'ufficio tecnico comunale, saranno impartite le opere necessarie per il ripristino dello stato dei luoghi. Dell'ultimazione degli interventi dovrà essere informato l'Ufficio Polizia Amministrativa, che predisporrà verifica in loco.

Per lo smarrimento del cartello è necessaria la denuncia presso i carabinieri.

Per quanto concerne gli ACCESSI A RASO, cioè quelli che non presentano le caratteristiche di passo carrabile, dovrà essere richiesta comunque autorizzazione ai sensi dell'art. 22 Codice della Strada (CdS). In sede di presentazione dell'istanza per l'autorizzazione di accesso, l'utente potrà richiedere il rilascio del cartello di divieto di sosta, fatto che determinerà l'obbligo di corresponsione del tributo. In caso di revoca dell'autorizzazione di accesso, se in possesso di cartello di divieto di sosta, se gli accessi a raso vengono utilizzati ancora per lo stazionamento dei veicoli, dovranno comunque mantenere l'autorizzazione di accesso ai sensi dell'art. 22 CdS, ma, con la revoca della concessione, dovrà essere restituito il cartello di divieto di sosta. Se, al contrario, gli accessi non saranno più utilizzati da veicoli, con l'atto di revoca dovranno essere riconsegnati la concessione e il cartello di divieto di sosta.

IMPORTANTE:  L'art. 44 del Regolamento di esecuzione del CdS definisce accesso anche le immissioni di una strada privata su una strada a uso pubblico; pertanto, anche in questa casistica, dovrà essere richiesta l'autorizzazione per accesso ai sensi dell'art. 22 CdS.

Se la strada è di proprietà regionale o provinciale:

  • se ubicata all'interno del centro abitato, occorre ottenere preventivamente il nulla-osta della Città Metropolitana di Firenze, che può essere richiesto autonomamente presso gli uffici della Città Metropolitana stessa (vedi link a lato della pagina)
  • se ubicata fuori del centro abitato, il procedimento è di sola competenza della Città Metropolitana di Firenze

N.B.  In caso di apertura di nuovi accessi o modifiche di quelli già autorizzati, dovrà essere richiesta autorizzazione preventiva all'Ufficio Viabilità; tale autorizzazione non costituisce titolo edilizio per l'esecuzione dei lavori, per i quali dovrà essere seguita la procedura prevista dalla normativa vigente; l'autorizzazione dovrà essere successivamente regolarizzata con l'eventuale richiesta di cartello di passo carrabile o accesso a raso.

Per la procedura e la modulistica, consultare l'apposita scheda.

 

Riferimenti e contatti

Ufficio
AREA 5 – Suap - Sviluppo economico, beni e attività culturali
Referente
Cristina Bencini
Responsabile
Silvia Bramati
Indirizzo
Piazza della Vittoria, 1 - 50012 Bagno a Ripoli
Tel
0556390247 0556390245
Fax
0556390267
E-mail
cristina.bencini@comune.bagno-a-ripoli.fi.it
Orario di apertura
Cliccare link esterno

FEEDBACK



Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *