Risorse per migliorare i servizi rivolti all'infanzia

La Regione Toscana finanzia tramite il Fondo Sociale Europeo - FSE

La Regione Toscana sostiene l'accoglienza dei bambini e delle bambine nei servizi educativi per la prima infanzia anche nell'anno educativo 2022/2023.
Promuovere e sostenere nel territorio regionale della Toscana l'accoglienza dei bambini nei servizi educativi per la prima infanzia (bambini di 3-36 mesi di età) anche per l'anno educativo 2022-2023 (ottobre 2022 - luglio 2023), investendo risorse pubbliche, per favorire la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro.
Sono gli obiettivi che si prefigge la Regione Toscana con l'avviso pubblico per il sostegno dell'offerta di servizi per la prima infanzia (3-36 mesi di età) per l'anno educativo 2022-2023, approvato dall'ente con decreto dirigenziale n. 16213 dell'11/08/2022, con risorse del Fondo Sociale Europeo - FSE
Il bando rientra nell'ambito di Giovanisì, il progetto della Regione Toscana per l'autonomia dei giovani.
Le risorse sono state ripartite fra le amministrazioni comunali che hanno presentato idoneo progetto, ammesso a finanziamento, secondo quanto disposto dall’Avviso regionale.
Nell’anno educativo 2022-2023, il Comune di Bagno a Ripoli destinerà i fondi del bando per realizzare gli obiettivi contenuti nel progetto, migliorando e sviluppando l’accoglienza e la qualità dei servizi educativi per la prima infanzia, anche attraverso l’utilizzo delle risorse per la riduzione delle liste di attesa.
In particolare le risorse saranno destinate a parziale copertura delle spese di gestione del servizio, conferito mediante appalto, del nido d’infanzia il Coriandolo, via di Balatro 2 a Bagno a Ripoli.